lampadina dimmerabile

Come funziona e come collegare un dimmer

Hai mai sentito parlare di dimmer o varia luce? Scopriamo subito cosa è, a cosa serve e come installarlo in pochi semplici passi.

Cos’è un dimmer?

Per spiegarlo potremmo darne una definizione ricca di termini tecnici e complicata da comprendere. Prima, però, partiamo da una definizione più semplice, dicendo che un dimmer è un dispositivo grazie al quale è possibile gestire l’intensità della luce di un prodotto di illuminazione (lampadine, strisce led, pannelli).
Volendo invece parlare in termini più tecnici, un dimmer è un dispositivo atto a controllare e regolare dal punto di vista elettronico il flusso di potenza assorbito da un carico.

Scopriamo alcuni dei prodotti dimmerabili presenti nel nostro store

Qual è la sua funzione?

Ora che abbiamo spiegato cosa sia un dimmer, ci possiamo chiedere: “a che cosa serve?“. La sua funzione principale è intuibile dal verbo inglese “to dim”, che significa oscurare/offuscare.
Capita molto spesso, di trovarsi in un periodo della giornata nel quale è necessaria una luce più soffusa e debole, allo stesso modo in cui, in altri momenti, serve una luce più intensa. Questo è il motivo per cui il dimmer, che nel linguaggio comune viene chiamato varialuce, si rivela uno strumento a dir poco fondamentale a regolare l’intensità della luce, ma anche per ottenere un notevole risparmio sotto il profilo energetico.

Ma come si installa un dimmer? Scopriamolo!

Guida all’installazione di un dimmer

Prima di spiegare i passaggi per installare un dimmer, dobbiamo puntualizzare che questi dispositivi non sono compatibili con tutte le lampade, e quindi è buona cosa verificarne la compatibilità con le proprie, prima di procedere con l’eventuale acquisto e l’installazione.
L’installazione di un dimmer è un processo molto semplice da eseguire, che richiede solamente un minimo di pratica con cavi e prese elettriche, oltre che una buona manualità.
Ecco che cosa bisogna fare per installare un dimmer in modo corretto e totalmente sicuro:

  • staccare la corrente attraverso l’interruttore generale;
  • smontare la placca dell’interruttore in cui il dimmer verrà inserito e smontare anche il portafrutto;
  • estrarre il frutto e sostituirlo con il dimmer (detto anche varia-luce);
  • scollegare i fili elettrici dal frutto, collegandoli al dimmer;
  • posizionare il dimmer nel portafrutto estratto precedentemente;
  • infine, riposizionare la placca smontata precedentemente e riattaccare la corrente per alimentare l’impianto elettrico.

Una volta che questi passaggi sono stati completati, si potrà finalmente effettuare una prova per vedere se tutto è andato nel verso giusto. Prima di riattaccare la corrente, però, è assolutamente necessario verificare che tutti i fili siano collegati alla perfezione e controllare di aver messo il dimmer al posto giusto, per non far scattare il salva-vita.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


0