montaggio strisce led

Guida al montaggio e collegamento delle strisce led

Facili nel montaggio e nel collegamento e versatili nelle applicazioni, le strisce led sono una soluzione di illuminazione pratica e con una resa estetica davvero originale.

Le strisce led vengono utilizzate non solo come elemento decorativo per creare particolari giochi di luce, ma anche come sistema di illuminazione principale, e questo grazie alla loro semplicità di collegamento, anche in zone della casa dove installare una normale lampada sarebbe impossibile, come ad esempio gli angoli del soffitto.

Ecco allora una guida pratica su come tagliare, installare e collegare le strisce led nel modo corretto. Si tratta di operazioni abbastanza semplici, che con un minimo di dimestichezza nel fai da te, possono essere eseguite in casa.

Come funzionano le strisce led

Prima di passare alle istruzioni per il montaggio, chiariamo cosa sono e come si funzionano le strisce led.
Conosciuta anche con il nome di strip led, sono formate da una serie di chip che vengono montati su una striscia di rame o alluminio.
Oltre ai chip, ovvero alle lampade led che generalmente sono presenti in un numero che varia dalle 30 alle 120 unità per metro, nella striscia sono presenti le resistenze che permettono alla striscia di funzionare in maniera perfetta e altri componenti che, di fatto, ne aumentano l’efficacia e la durata.
Le strisce led, una volta collegate ad un alimentatore riceveranno l’impulso dalla corrente elettrica, la quale permetterà alla striscia di poter fare illuminare i chip.
Questi al loro interno hanno un semiconduttore che illuminerà il chip proprio non appena la corrente elettrica viene ricevuta.
Da sottolineare come, le suddette strisce, vengano generalmente vendute in bobine, che possono avere una lunghezza differente, generalmente sino ai 5 metri.

Come tagliare una striscia led

Tagliare una striscia led non richiede strumenti particolari, ma bisogna prestare la massima attenzione quando si compie tale operazione.
Nelle strisce led, generalmente, sono presenti alcuni punti di taglio (solitamente ogni 5cm), che possono essere notati anche ad occhio nudo.
Proprio in questi punti bisogna tagliare la striscia led: questo per il semplice fatto che, tagliando in altri punti si rischia di rovinare l’intera striscia ed impedirle di funzionare correttamente.
Prima di procedere al taglio però, bisogna prendere le misure del pezzo di striscia che risulta essere utile per le proprie esigenze.
Per tagliare la striscia led bastano un paio di forbici con lama affilata; dopo aver preso le misure, bisognerà tenere con mano salda le forbici e tagliare lungo il punto di taglio.
Una volta tagliata la striscia led, soltanto una parte sarà immediatamente utilizzabile in quanto dotata dei fili di uscita, ma utilizzando dei connettori per strisce led potrete utilizzare anche l’altra parte, o connettere tra loro le due porzioni.
A questo punto si potrà passare al loro montaggio.

come tagliare una striscia led

Installazione e montaggio delle strisce led

Una volta che le strisce led sono state tagliate, avviene il momento di installare e montare le strisce led.
L’installazione e il montaggio risulta essere abbastanza semplice: generalmente infatti, le strisce led hanno un adesivo nella parte posteriore che, una volta rimosso, permette di attaccarlo ad un profilo o ad una qualsiasi altra superficie.
Se invece questa parte dovesse essere assente, non bisogna entrare nel panico, dato che basta utilizzare la colla per poterle montare.

Il montaggio delle strisce led, data la loro caratteristica di flessibilità, può avvenire su superfici “difficili” come gli angoli dei soffitti, o su superfici curve. Grazie al loro impatto estetico gradevole e allo spessore ridotto sono adatte anche per un montaggio sulla superficie di mobili, vetrine, cabine armadio, sottopensili.

Montare le strisce led con i profili in alluminio

Per potenziarne ulteriormente l’utilizzo, è consigliato utilizzare i profili led in alluminio: questi vengono utilizzati con maggior frequenza perché si presentano con diversi vantaggi.
Uno di questi consiste nel semplice fatto che, i suddetti profili, risultano essere facili da montare e soprattutto sono molto resistenti, nonché in grado di adattarsi ad un qualsiasi tipo di parete e oggetto.
Inoltre, l’alluminio tende a proteggere la striscia led dalla polvere e da altri elementi che potrebbero danneggiarla. L’alluminio inoltre ha funzione di dissipazione del calore per cui la striscia led tenderà a durare maggiormente grazie a questo supporto.

Collegamento delle strisce led a un alimentatore

Il collegamento delle strisce led all’impianto elettrico invece è leggermente differente ma non troppo complesso: basterà infatti collegare i cavi della striscia all’alimentatore, ricordandosi ovviamente di rispettare la polarità dei cavi.

Ciò che occorre per il collegamento della striscia è un alimentatore da 220 a 12V.
L’alimentazione deve essere collegata sia al centro della striscia che ai due lati, evitando dunque di creare sovraccarichi o di avere solo una parte della striscia che si illumina con perfezione.

Bisognerà poi aggiungere un interruttore unendo i cavi blu e marroni, in maniera tale che sia possibile poter accendere e spegnere la striscia.
Infine, se si vuole ottenere una striscia lunga più di 5 metri bisognerà collegare i pezzi di striscia tra di loro, creando un ponte coi fili elettrici, che collegheranno appunto i vari pezzi della striscia.
A questo punto la striscia sarà pronta e funzionante per poter essere utilizzata.

 

Credits immagini:

  1. By Dmitry G (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons
  2. By Andrey Gvrv (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello:

0