Cosa sono i lumen nell’illuminazione a led

“Han spento già la luce, son rimasto solo io”, così cantavano i Dik Dik su testo di Mogol reinterpretando il brano del 1967 dei Procol Harum: di fatto, tuttavia, è così romantico stare a casa senza luce? Abbiamo acquistato tantissime lampadine con il massimo vattaggio, fatto tantissime prove, ma di fatto la nostra casa continua ad essere un poco buia. Insomma, c’è qualcosa che non funziona.

[toc]

Come illuminare, unità di misura e tecnologie

Ma cosa e come si può illuminare? Per prima cosa dobbiamo comprendere la tipologia di fonte luminosa. Questa è la base. Dunque, a meno che non si voglia illuminare la propria casa come nel film di Kubrick, barry Lyndon, dove tutto è stato ripreso dal geniale regista con fonti di luce naturale, avremmo a nostra disposizione tre tipologie di unità di misura e differenti tecnologie di fonti artificiali.

Watt e Lux

Partiamo dunque dalle unità di misura che sono lux, watt e infine il lumen. Cosa sono? Il watt è l’unità di misura della potenza della lampada, in sostanza ne identifica il consumo, insomma se hai una bolletta salata dell’energia elettrica lo devi al vattaggio ma non sempre ciò che consuma tanto è altrettanto luminoso. Ci sono i Lux, l’unità di misura lux è l’unità di misura minima per metro quadro impiegata come criterio per illuminare la stanza. Lo scrittore romantico viene ritratto vergare stupende pergamene alla luce di una candela, oggi invece lo scrittore, per comporre le sue poesie misura il “coefficiente lux” che è un coefficiente di luminosità.

Lumen

Per ambienti dove è necessaria una visibilità particolarmente nitida il lux è corrispondente a 300 mentre per ambienti dove è possibile rilassarsi sarà intorno ai 100. La luminosità della stanza sarà espressa dal seguente calcolo, lux x mq. La risultante di questo calcolo è chiamata lumen (lm).

Calcolo e impiego dei lumen e tipologie di stanza

Quindi ammettendo che lo studio del nostro scrittore romantico sia di 50mq e in considerazione del fatto che per scrivere ci debba vedere bene, il lux dovrà essere di 300 per cui il lumen sarà di 300 x 50mq. Insomma, senza che tu perda i capelli per i calcoli, le confezioni delle lampadine per la maggior parte dei casi presentano delle tabelle di conversione Watt/lux/lumen. In seguito, al computo dei lumen, segue la scelta tecnologica.

Il led, questo sconosciuto

Potrei decidere infatti di acquistare svariati candelieri, e a parte i costi delle candele e la puzza di cera, potrei raggiungere comunque il lumen desiderato. Ma “cui prodest?” Magari dovessi avere un incontro romantico farei sicuramente un’ottima figura ma comunemente mi orienterò dunque per una scelta più moderna e tecnologica e soprattutto meno dispendiosa, la lampadina. Cosa mi offre il mercato? Si sente molto parlare di lampade a risparmio energetico. Oggi la lampada a led è quella consigliata per illuminare la tua casa tanto che un led da pochi watt raggiunge una potenza espressa in lumen per metà di un’alogena del massimo del vattaggio. Ma ce ne sono di diversi tipi.

Mostrami che led hai e ti dirò che kelvin e Cri utilizzi

Quale scegliere? Dovrai scegliere sicuramente la tonalità della luce che va dal caldo al freddo, senza entrare in dettaglio e doversi prendere una laurea sull’argomento, è necessario tenere in considerazione il CRI. Non è ovviamente il verso del grillo ma un acronimo che sta per Color Rendering Index ovvero a seconda che questo indice va verso i 100 che rappresenta il valore massimo, più i colori divengono nitidi, più e basso più i colori sono meno nitidi ma la visione è più rilassante. Indicativamente il valore che è rappresenta valori normali è attestato sugli 80. Un ultimo valore è ciò che troverete sulla confezione delle lampadine, la variante k. L’unità di misura Kelvin, basti sapere che tra i 3000 e i 5000 più o meno si ottiene una luce neutrale, intorno ai 6500k si ha una luce in stile solare, la luce fredda si ha superando di poco i 5300 kelvin.

Ho trovato finalmente la luce

Insomma, lumen, lux, watt, lampadine, kelvin, Cri. Armiamoci e illuminiamo le nostre case, realizzeremo un posto più piacevole e confortevole dove soggiornare.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *