illuminazione di un tetto in legno

Illuminazione di un tetto in legno

Da diversi anni a questa parte l’utilizzo del legno per soffitti e tetti, siano questi da ristrutturare o da realizzare in nuove strutture, è frequente. Abitazioni, sottotetti, ma anche vecchi loft da adibire ad uffici o laboratori. I soffitti in legno, orizzontali o a falda, sono un must. Del resto tutti abbiamo avuto modo di percepire il fascino del legno, sia vecchio di recupero, che nuovo ed in chiave moderna, in colore naturale o sbiancato. Anche un bilocale spoglio sarà otticamente più ampio e spazioso avendo un soffitto in legno. Ha il potere di vestire e riscaldare qualsiasi ambiente.

E se il legno “sta bene su tutto”, non si può dire altrettanto dell’illuminazione. Gli ambienti con travi a vista spesso hanno soffitti particolarmente alti o al contrario bassi. Inoltre il legno, per sua natura non riflette la luce, ma la assorbe. Con soffitti di questo tipo è fondamentale una scelta accurata dell’illuminazione. È necessaria luce che ci consenta di esaltare il capolavoro sopra e che illumini in modo efficiente il sotto. Il consiglio è di affidarsi a tecnici esperti in fase di progettazione del sistema di illuminazione. Ci sono appositi calcoli aero-illuminanti (R.A.I.) che consentono di parametrare spazi, altezze, finestrature e tipi di superfici presenti (riflettenti o meno), e consigliarci con certezza scientifica quanto e come illuminare i nostri spazi per viverli nel migliore e più salubre dei modi.

Una volta chiare le necessità, potrete sbizzarrirvi con il vostro gusto estetico e scegliere gli strumenti da utilizzare per dare luce ai vostri spazi. Con la presenza di soffitti in legno spesso si opta per i classici ed intramontabili binari. Possono essere tesi ovunque e sono particolarmente utili nei soffitti più bassi. Vi si posizionano sopra dei faretti che potrete liberamente spostare e direzionare a piacimento. Grande e più recente diffusione hanno le strisce, magistralmente applicate lungo le travi a vista o le capriate, in legno o in ferro, riescono a creare splendidi giochi di luce. In caso di soffitti molto alti è solitamente più indicato inserire dei punti luce a parete, indicativamente ad altezza uomo o posizionare strategicamente delle piantane.

Le soluzioni sono molte e soddisfano i gusti più esigenti. E se avete uno spirito green meglio optare, ove possibile, per l’utilizzo di led, che scaldano meno e garantiscono un notevole risparmio energetico. Sono disponibili sia in luce calda che fredda, ve ne sono anche di colorati. In ogni caso creano un effetto luce “magico” all’ambiente. Un bel connubio tra efficienza e stile.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


0