bagno cieco

Soluzioni ideali per illuminare un bagno cieco

Al giorno d’oggi sono sempre di più le abitazioni che possiedono un bagno cieco, ovvero senza finestra. Questa soluzione è spesso adottata quando i metri quadrati della casa sono poco e c’è bisogno di ottimizzare gli spazi. Per tale ragione il più delle volte l’ambiente del bagno viene sacrificato. Ciò non significa però che in quest’ultimo la luce non sia importante, anzi è proprio il contrario. Tuttavia dal momento che manca la luce naturale è opportuno provvedere ad illuminare bene la stanza per renderla confortevole ed esteticamente gradevole. Le soluzioni che si possono adottare per illuminare un bagno cieco sono tante, una tra queste consiste nell’utilizzare i dispositivi led. In un bagno cieco non conviene puntare la luce al centro della stanza ma focalizzare l’attenzione su alcuni punti per rendere l’ambiente scenografico e d’effetto. Un esempio può essere quello di adoperare dei faretti led da collocare su travi, soffitti o pareti in pietra. Sul lavabo invece è possibile collocare delle sospensioni di design che danno carattere e stile.

Bagno cieco: i consigli più utili per illuminarlo al meglio

Un’altra idea decisamente innovativa consiste nel puntare tutto sullo specchio. Quest’ultimo deve essere messo in risalto grazie ad applique orientati direttamente su di esso oppure strisce di design. Per creare un effetto di luce naturale che proviene dall’alto invece è possibile adoperare dei finti lucernari. Oggigiorno infatti vengono usati dei led moderni ad alta tecnologia che riproducono la luce del sole, garantendo un effetto naturale e accogliente. Tuttavia in questo caso è opportuno prediligere led di alta qualità poiché delle soluzioni economiche potrebbero creare l’effetto contrario.

Anche la temperatura della luce è importante quando si parla di bagno cieco: generalmente i led possono avere luce calda, fredda o naturale. La luce calda crea un’atmosfera decisamente ospitale e rilassante, una luce fredda assicura un’ottima visibilità mentre un’illuminazione naturale può essere utilizzata da chi preferisce un risultato non artefatto. Per avere una luce ottimale comunque è necessario controllare i lumen, ossia l’unità di misura dei led (che non si misurano in watt). I watt misurano la potenza della luce mentre i lumen si riferiscono alla luminosità visibile all’occhio umano. Pertanto bisognerà basarsi su questo dato per scegliere correttamente il dispositivo led da inserire nel bagno cieco.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


0