illuminazione campi da calcio

Illuminazione campi da calcio: normativa e consigli

Che siano campi da calcio da più di 100.000 spettatori oppure club sportivi locali con una capienza di appena 100 spettatori non fa differenza. Per ricevere un’illuminazione ad alta qualità sono necessari particolari accorgimenti, che gioveranno sia ai giocatori in campo, sia alla visuale dagli spalti.Sistemi di illuminazione efficienti, per impianti sportivi piccoli e grandi, oltre che ad una migliore visuale aiutano anche a risparmiare sui costi operativi, diminuendo drasticamente i costi di manutenzione ordinaria.

Come illuminare un impianto sportivo: le apparacchiature

Tutte le apparecchiature devono chiaramente essere a norma.

Per quanto riguarda i quadri elettrici, questi devono obbligatoriamente riportare alcune informazioni come il nome e il marchio del costruttore, la tipologia, la corrente e la tensione nominale, la natura della corrente e della frequenza e il grado di protezione. Per quanto riguarda quest’ultimo parametro, i contenitori dove devono essere riposti i quadri elettrici  devo avere grado di protezione IP54.

Per i cavi elettrici bisogna utilizzare gomma G7 isolante e guaina in PVC.

Le torri portalampade che hanno il compito di illuminare il campo di calcio, possono avere dimensioni diverse che vanno dai 16 metri ai 30 metri e possono avere una forma tronco-conica. Ogni singola torre deve avere un cosiddetto ‘armadio’ con le apparecchiature di alimentazione e protezione dotate di materiale resistente sia ad urti che a sollecitazioni di natura elettrica.

Le regole sull’illuminazione dei campi da calcio

Quando si svolge una competizione con luce artificiale, il grado di illuminazione deve essere distribuito in maniera uniforme sul campo da gioco e con una giusta intensità.

Queste sono le normative emanate dal CONI:

  • per stadi destinati ad attività non agonistiche 75 lux; unif. 0,5;
  • per stadi destinati ad attività agonistiche a livello locale 200 lux; unif. 0,7;
  • per stadi destinati ad attività agonistiche a livello nazionale o internazionale 500 lux; unif. 0,7.

Addirittura l’arbitro o comunque il giudice sportivo ha l’obbligo di sospendere o non far iniziare la partita qualora l’intensità dell’illuminazione risulti insufficiente. Così come la squadra ospite può richiedere la lettura dell’intensità luminosa sul campo di calcio e fare ricorso se quest’ultima scarseggia.

L’illuminazione orizzontale e verticale sui campi da calcio è molto importante, infatti, deve permettere al pubblico di distinguere i giocatori e quest’ultimi devono ricevere la giusta intensità di luce in tutte le direzioni del campo per riuscire a seguire bene la traiettoria del pallone. La direzionalità delle luci led deve essere misurata a 1,5 metri dal terreno di gioco.

Le lampade ideali per un campo da calcio sono a led a luce bianca. Che sia a 5, 7 o 11 giocatori non fa differenza. I led hanno una maggiore durata, sono più sostenibili ed offrono una visione chiara, uniforme e piacevole.

In particolare per quanto riguarda piccoli impianti sportivi una soluzione molto efficace sono i fari a led.

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


0