Acquistare una lampada di sale: benefici e proprietà

In un periodo di grandi pressioni e restrizioni alla ordinaria quotidianità, molte persone tendono a mettere il relax e il benessere tra le priorità assolute della propria giornata. La situazione in cui siamo coinvolti, nostro malgrado, da un anno a questa parte ha ridotto le occasioni di sfogo e di liberazione dallo stress e per questo motivo tra gli articoli di illuminazione hanno avuto una notevole impennata le lampade di sale.

Le lampade di sale purificano l’aria e assorbono l’umidità

Se l’articolo potrà sembrare familiare agli amanti del relax e del benessere della prima ora, di sicuro la lampada di sale risulta una piacevole sorpresa per la restante parte del pubblico. Il motivo principale di questa rapida ascesa consiste nelle proprietà benefiche attribuite alle lampade naturali, oltre ai motivi di design che accompagnano la gradevole luce soffusa che emana. La caratteristica principale delle lampade di sale consiste nell’assorbire l’umidità e purificare l’aria. Queste funzioni rendono l’articolo adatto e irrinunciabile per chi abita ambienti molto umidi come i seminterrati e garantisce un ambiente sgombro dall’eccessivo inquinamento da campi magnetici che si crea di solito negli ambienti chiusi.

Le alleate dei nostri figli: i benefici contro le allergie

La natura delle lampade di sale le rende utili anche nella cura delle allergie. I cristalli di sale che le compongono hanno incredibili proprietà salutari che vanno ad agire direttamente sulle cause più frequenti di allergie come quelle alla polvere, ai pollini, a gli acari o ai peli degli animali. Per questo è consigliabile utilizzare le lampade naturali negli ambienti più vissuti della casa come la camera da letto e il salotto, con un occhio di riguardo alle stanze dei bambini che possono trarne importanti benefici a livello respiratorio.

Di cosa è fatta una lampada di sale?

Se ti sei chiesto di cosa siano realmente composte le lampade di sale, questo è il paragrafo che fa per te! Le lampade di sale sono composte a partire dalla salgemma, un minerale da cui si ricava il sale, chiamato anche per la sua natura grezza e cristallina “sale di cava” o “sale di miniera”. Più nello specifico parliamo di salgemma dell’Himalaya. Questo tipo di minerale è scelto in virtù della propria natura e funzioni benefiche di rilievo, di cui abbiamo parlato nella parte iniziale dell’articolo. Le lampade di sale solitamente hanno una forma piramidale e frastagliata ma in commercio puoi trovarne di ogni tipo e per ogni esigenza. Molto importante e da sostenere è la tendenza a rendere il prodotto naturale al 100%: la maggior parte dei produttori, nell’assemblaggio del prodotto, preferiscono dotarlo con basi in legno, una scelta ecologica di grande impatto ambientale.

La luce che rilassa e cura

La luce arancione, di bassa intensità e dal carattere dolce e soffuso, rende la lampada di sale un naturale alleato contro lo stress e la tensione accumulata nell’arco della giornata. Sempre più aziende e liberi professionisti vi stanno facendo ricorso nei luoghi di lavoro, perché in grado di aumentare il relax e l’efficienza lavorativa, inoltre è altamente consigliata a chi soffre di insonnia.
L’uso di lampade di sale himalayano è raccomandato anche dalla cromoterapia, a cui si fa sempre più affidamento, ci insegna l’importanza delle luci colorate per risolvere i disturbi di tipo emotivo e migliorare l’umore. Se consideriamo poi che nelle lampade sono presenti buone quantità di iodio che aiutano il nostro apparato respiratorio, possiamo considerare questo articolo un elemento fondamentale nell’arredamento della casa e dell’ufficio.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


0