L’illuminazione indiretta: vantaggi e soluzioni

Un fenomeno sempre più diffuso negli ultimi anni è quello dell’illuminazione indiretta.
Ma cosa significa illuminazione indiretta? E quali effetti positivi ne conseguono?
Facciamo il punto su questa innovativa e versatile modalità di illuminazione e vediamo insieme quali soluzioni possono fare al caso tuo.

Che vuol dire illuminazione indiretta?

Quella definita “indiretta” è una tipologia di illuminazione che non va a colpire in maniera diretta lo spazio che si vuole illuminare: il fascio di luce, infatti, non è rivolto direttamente all’obiettivo ma si diffonde di riflesso. Questo permette di dare risalto ai volumi della stanza o spazio interessato ed evita le conseguenze negative di un’illuminazione diretta e più aggressiva. Si eliminano così le zone d’ombra e si rende l’ambiente più vivibile senza essere abbagliati da luci dirette: l’ideale per illuminare il soggiorno, la camera da letto o il luogo di lavoro. Sono proprio le attività lavorative le prime ad avere sperimentato la tipologia di illuminazione indiretta, con lo scopo di garantire ai lavoratori un ambiente più vivibile in cui svolgere l’attività lavorativa ed evitare che i loro occhi fossero sottoposti a grandi stress.

Luce diretta o indiretta: quale scegliere?

E’ innegabile, per quanto detto sino a ora, che l’uso di una luce più diffusa e meno aggressiva sia una soluzione ideale per ogni spazio in cui trascorrete la giornata: dall’illuminazione del tuo ufficio a quella del tuo soggiorno. Ma non basta. A fini di completezza della nostra analisi, non possiamo dimenticare un aspetto fondamentale: la luce indiretta non è sufficiente da sola a illuminare le vostre stanze. Per una corretta illuminazione, infatti, occorre il giusto equilibrio tra luce diretta e indiretta, perché quest’ultima non sarebbe in grado di garantirvi da sola la giusta luminosità per il vostro ambiente.

Quali sono le fonti di illuminazioni indiretta?

L’illuminazione indiretta avviene di riflesso: la fonte luminosa non colpisce direttamente la stanza da illuminare, ma va a colpire degli elementi bersaglio che poi producono il classico effetto diffuso e armonioso. Gli elementi bersaglio più comuni sono le pareti, il pavimento o i soffitti: superfici ampie e che attraversano gli spazi nella loro completezza. Tra le soluzioni più adottate per un’ottima illuminazione indiretta ci sono le strisce led inserite in dei pratici profili angolari: questa scelta garantisce un fascio di luce armonioso che non affatica gli occhi e rende l’ambiente vivibile. Ecco perché questa risulta essere la soluzione ideale per illuminare il tuo soggiorno o living.

I vantaggi dell’illuminazione indiretta

Se ancora ce ne fosse bisogno, riteniamo opportuno stilare una serie di motivi per cui integrare le fonti di illuminazione indiretta nella vostra abitazione o nel vostro ufficio. Ecco perché scegliere la luce indiretta:

  • meno stress per gli occhi, che non vengono sottoposti a luci aggressive e abbaglianti;
  • valorizzazione degli spazi, le vostre stanze avranno maggiore volume e sembreranno meno piatte;
  • zero ombre, la luce si diffonderà omogeneamente nei vostri ambienti;
  • risparmio energetico, grazie alle strisce led dal basso consumo energetico (per maggiori informazioni vedi le nostre tabelle di conversione)

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


0